Photoshop CS5 – L02

Finestra di dialogo "Nuovo File" – Livelli e selezioni

In questa sezione del corso base di Photoshop CS5 extended, analizzeremo la finestra di dialogo che viene generata quando si sceglie il comando "File"> "Nuovo file". Vedremo inoltre come trarre vantaggio dall'utilizzo dei livelli ed infine, approfondiremo la conoscenza degli strumenti di selezione e di alcuni altri comandi.

 

PREMESSA: comprendere il significato del lavoro suddiviso in livelli.

Immaginiamo di scomporre un video in una video sequenza. Le singole clip corrispondono al singolo fotogramma. Lo scorrimento veloce dei fotogrammi dà origine alla scena finale in movimento. Volendo riproporre manualmente il risultato generato da un video scomposto, in modalità disegno,(come facevano una volta i fumettisti della Walt Disney quando disegnavano a mano le "clip"), dovremmo disegnare ogni singola scena su dei fogli di carta da lucido. La parte del disegno che rimane invariata, viene ricalcata; mentre la piccola porzione di disegno, utile a dare l'idea del fotogramma in movimento, viene riproposta mediante una leggera variazione rispetto al sottostante disegno. Se sfogliato velocemente, l'album da ricalco  che contiene tutte le scene, rende infatti l'idea dei fotogrammi in scorrimento come accade oggi nei software di editing video in modo meccanizzato.

Se il concetto vi è chiaro procediamo, altrimenti, QUESTO è un esempio di immagine che chiarisce meglio l'effetto appena descritto: nella foto abbiamo uno sfondo di base, un foglio di carta scritta posizionato subito sopra lo sfondo, un testo descrittivo in basso a destra ed infine, una testa di donna come primo livello di visualizzazione. Questa immagine rappresenta un esempio che si accosta molto alla modalità di lavoro a livelli in Photoshop. 

 

Finestra di dialogo "FILE > NEW"

Rechiamoci sul menù in alto e clicchiamo "File">"New" e nella finestra di dialogo osserviamo le voci presenti:

 "Name" qui va inserito il nome che vogliamo assegnare al nostro file

 "Preset" consente di impostare le varie tipologie di foglio di lavoro e la voce cambierà con "Custom" (personalizzato) se verranno inserite manualmente delle misure specifiche nei campi successivi 

"Width e Height" si riferiscono alla dimensione che vogliamo assegnare all'immagine e a fianco, scegliere l'unità di misura (pixel/inches/cm/mm/points/picas/columns).

"Resolution" indica con quale risoluzione vogliamo elaborare l'immagine (generalmente 72px/inch va bene per i monitor)

"Color Mode" si riferisce alla modalità di colore che desideriamo assegnare e varia a seconda che si stia elaborando un'immagine per il web o per la stampa tipografica)

"1/8/16/32 Bit" è un campo nel quale possiamo stabilire la profondità di colore che vogliamo assegnare alla nostra immagine

"Background contents" ci permette di scegliere il colore di sfondo, un colore bianco oppure di assegnare uno sfondo trasparente all'immagine che andremo ad elaborare

"Advanced" contiene altre due importanti informazioni: il profilo colore (spesso molto utile quando si deve stampae un file in tipografia) e la possibilità di scegliere tra una serie di dispositivi utilizzati per la visualizzazione a video

"Save Preset" permette di memorizzare le impostazioni prescelte in modo che alla prossima richiesta non debbano essere inserite di nuovo (utile quando il lavoro diventa ripetitivo)

"Delete Preset" cancella le informazioni personalizzate inserite nella finetstra di dialogo

"Device Central" apre l'interfaccia di personalizzazione grafica dedicata ai nuovi dispositivi in commercio (indicata per cellulari, smartphone, tablet, ecc) Per approfondimenti cliccate QUI

Ora che abbiamo finito di esaminare la finestra di dialogo di creazione di un nuovo documento, premiamo OK per creare un nuovo file.

Finestra di dialogo nuovo file CS5

Al centro dell'area di lavoro dovrebbe essere apparso un foglio (il famoso foglio di carta da lucido) contenente una griglia di quadratini bianchi e grigi che sta ad indicare che l'area, e di conseguenza il livello correlato, sono trasparenti.

NOTA: La griglia può subire delle modifiche a nostra scelta ma lo vedremo in futuro.

Creiamo un nuovo livello che andrà a posizionarsi sopra il precedente.

La creazione di un nuovo livello può avvenire tramite menù, andando su "Layer">"New">"Layer; può avvenire mediante i tasti di scelta rapida SHIFT+CTRL+N (migliori soluzioni per ricordarsi di rinominare il livello), oppure direttamente dal pannello "Livelli", cliccando sul foglietto posto in basso o ancora, trascinando il livello direttamente sul foglietto del pannello livelli come in figura. Trascinamento per la creazione di un altro livello

 

Eventualmente si scegliesse una di queste due ultime opzioni, abituiamoci a rinomiare subito il livello creato, altrimenti quando lavoreremo con un'elevata quantità di livelli (20/30) non riusciremmo più a distinguere facilmente il loro contenuto. 

NOTA: (per spostare il livello sarà sufficiente trascinarlo al di sotto del livello sottostante. Per rinominare il livello successivamente alla sua creazione, clicchiamo con il tasto destro del mouse sul livello selezionato e scegliamo la voce "Layer Properties" e, nella finestra di dialogo che ci appare a video, scriviamo nel primo campo un nome che si riferisca a ciò che il livello rappresenterà una volta utilizzato (es: miaprimaselezione). 

Ora andiamo su "File">"Place", importiamo un'immagine qualunque confermando l'importazione con il tasto "Invio" e rinominiamo il livello immagine come descritto in precedenza. Photoshop, importa le immagini in modo che possano essere ridimensionate o ingrandite senza perdita di qualità e questo, lo si può notare da un'icona aggiuntiva (denominata smart object) posta sul livello nell'apposito pannello dei livelli. Selezioniamo, giusto per comprendere meglio, lo strumento "Move Tool", spuntiamo la casellina in alto denominata "Show Tranform Control" (appariranno delle maniglie di trasformazione), cerchiamo di ridimensionare l'immagine, tramite le maniglie, fino a renderla piccola quanto un francobollo e premiamo "Invio" (le maniglie rimarranno attive finchè non deselezioneremo la casella attivata in precedenza). Ora ingrandiamo di nuovo l'immagine ed osserviamo come la qualità sia rimasta intatta. 

CTRL+Z per tornare al punto di partenza.

Riproveremo ora con il ridimensionamento ma rasterizzando l'immagine (per approfondimenti sulle immagini Raster, si veda QUESTO articolo). 

NOTA: il livello si dice attivo quando è selezionato e in tal caso, diventa di colore blù rispetto al naturale colore grigio di default.

Tornando livello immagine attivo, andiamo sul pannello livelli, posizioniamo il mouse sul testo del livello (non sull'icona sinistra, altrimenti il sottomenù cambierebbe) e clicchiamo con il tasto destro scegliendo l'opzione "Rasterize Layer" (rasterizza livello). A quel punto l'icona raffigurante lo "Smart Object" sparirà e l'immagine assumerà ora un comportamento diverso dal precedente: torniamo a ridimensionare l'immagine a misura di francobollo e confermiamo con il tasto invio.

Ingrandiamo di nuovo a nostro piacimento e ops…notate l'effetto: è decisamente disastroso. L'immagine risulterà completamente sfocata.

CTRL+SHIFT+Z per tornare al punto di partenza.

 

Strumenti di selezione e ritaglio

Selezioniamo ora il "Rectangular Marquee Tool" (corrisponde al secondo strumento posto sulla barra strumenti), oppure attiviamo la modalità di selezione tramite il tasto di scelta rapida "M" (notiamo che il cursore ha assunto la forma di un crocino).

Facciamo ora click con il tasto sinistro del mouse in un punto dell'immagine e, continuando a tenerlo premuto, trasciniamo il mouse fino all'estremità apposta. L'area individuerà un rettangolo di ritaglio, di forma tratteggiata e in movimento che corriponderà all'area da ritagliare o sfumare. Tasto CANC per osservare l'effetto. 

IMPORTANTE: Premendo il tasto SHIFT prima di cliccare per il trascinamento della selezione e continuando a tenerlo premuto, otterremo un quadrato  di ritaglio proporzionale. La selezione può inoltre essere spostata, semplicemente muovendo il mouse a destra, sinistra in altro o in basso, posizionanovi all'interno della stessa (noterete che mentre spostate la selezione il mouse subirà una trasformazione); può essere controllata manualmente per mezzo di parametri numerici cliccando sul menù a tendina in alto può essere ruotata e scalata per mezzo del sottomenù "Tranform Selection" posto nel menù in alto "Select".

 

Altri tipi di opzioni verranno affrontati in seguito, per ora è molto meglio se ci fermiamo qui per non confonderci le idee.  

CONSIGLIO: Esercitatevi con le selezioni e le sfumature e provate altre opzioni del menu "Select" . Ne scoprirete delle belle ;)

 

Buon divertimento!

 

ARVE Error: no video ID set

 

 

Lascia un Commento