Photoshop CS5 – L04

Pennello correttivo al volo

In ambito grafico, la correzione dei difetti nelle immagini è di fondamentale importanza al fine di ottenere degli ottimi risultati. Per la correzione di immagini possiamo servirci degli strumenti pennello correttivo al volo, pennello correttivo, strumento toppa e strumento correzione occhi rossi. Il pennello correttivo al volo (nella versione inglese di PS denominato Spot Healing Brush Tool), ci è molto d'aiuto quando ad esempio, dobbiamo correggere velocemente delle lievi imperfezioni cutanee.

Per prima cosa, una volta aperto il nostro file, scegliamo lo strumento pennello correttivo al volo posto sotto lo strumento contagocce. Se teniamo premuto più a lungo, noteremo altri tre strumenti sotostanti: il secondo è il "pennello correttivo" (senza "al volo", lo strumento "toppa" ed infine lo strumento "occhi rossi"). Vi ricordo che la piccola freccetta nera posta all'angolo di acuni strumenti (non resente su tutti gli strumenti), indica che esiste  un sottomenù che cela degli strumenti aggiuntivi. La dimensione del pennello è importante per la definizione dell'area da correggere e possiamo variarla, dalla barra posta in alto dopo aver scelto lo strumento di nostro interesse oppure cliccando con il tasto destro del mouse. Hardness (durezza del penello) e spacing (spaziatura del pennello) sono parametri regolabili in percentuale (0-100%) e a seconda della percentuale indicata, aumentano o diminuiscono la fluidità e lo spazio di lavoro con e dentro il quale il pennello dovrà operare; angle (angolo) e Ronudness  indicano rispettivamente l'angolo e la rotondità che vogliamo utilizzare per il pennello ed infine, pen pressure (pressione penna) o Stylus wheel  (ruota stilo) vengono uutilizzati quando si lavora con una tavoletta grafica; in tal caso la penna reagisce alla pressione come fosse un pennello reale.

Pennello correttivo al volo - Fig. 01Nel nostro caso (vedi figura 01), abbiamo la necessità di correggere alcuni difetti di pigmentazione cutanea della nostra modella. Scegliamo quindi il pennello correttivo al volo e impostiamo un diametro utile affinché il software possa raccogliere le infomazioni necessarie per una correzione ottimale (un pennello di dimensioni troppo piccole o troppo grandi, potrebbe non restituire il risultato desiderato). Sulla barra delle opzioni del pennello correttivo, assicuriamoci che lo strumento sia impostato su "corripondenza per vicinanza" o "Proximity Match" per coloro che utilizzano il programma in lingua inglese.

 

Pennello correttivo al volo - Fig. 02

 Una volta stabilito il tutto, facciamo click nelle zone da correggere e variamo pesso la dimensione del pennello, soprattutto quando l'effetto desiderato non viene raggiunto. In pochi click otterremo un risultato sorprendentemente realistico, eliminando qualunque difetto. 

 

 

 

ARVE Error: no video ID set

 

Lascia un Commento