Photoshop CS5 – L01

Interfaccia grafica di Photohop

Ricca di funzionalità e tra le più potenti nel panorama della computer grafica, l'interfaccia di Photoshop si presenta come una finestra ricca di pannelli, menù e sottomenù, in grado di soddisfare le più svariate esigenze.

psd-interfaccia1280

Lo spazio di lavoro è così suddiviso: Una barra degli strumenti posta sul lato sinistro, la barra dei menù e sotto menù, varie icone di scelta rapida in alto e sulla destra e, sempre in alto, alcune aree di lavoro precostituite consigliate a seconda del lavoro che andremo a svolgere. Ad esempio, se dovessimo elaborare la grafica per un sito web, sarebbe opportuno scegliere l'area di lavoro denominata "DESIGN" che è stata predisposta di default per lavorare con i soli pannelli utili allo scopo. In ogni caso, ogni pannello può essere richiamato all'occorrenza mediante il menù principale "view" posto in alto sulla schermata principale e può essere sposato o sganciato e posto in qualunque posizione dello schermo, per mezzo dell'operazione di trascinamento. E' altresì possibile lavorare in modalità "Full screen" (a tutto schermo); una volta entrati in modalità full screen i pannelli non saranno più visibili; per richiamarli o nasconderli di nuovo, occorrerà premere il tasto TAB. Per uscire dalla modalità full screen sarà sufficiente invece premere il tasto "ESC".

Personalizzazione dell'interfaccia

Una volta personalizata, è possibile richiamare la propria interfaccia sia dal menù posto in alto a destra (raffigurato da due frecce (»), sia dal menù window posto in alto.
Dal menù "view", scegliamo dapprima i pannelli che desideriamo visualizzare nella nostra nuova interfaccia, posizioniamoli dove ci piace e andiamo sul menù "Window">"Workspace">"New Workspace".Nella finestra popup inseriamo il nome che vogliamo assegnare e spuntiamo le caselle "Keyboard shortcuts" e "Menus". Vedrete apparire in alto il pulsante di richiamo che vi aiuta a richiamare velocemente la vostra interfaccia all'occorrenza, qual'ora l'abbiate cambiata per altre esigenze di lavoro. Sempre dal sottomenù "Workspace" , notiamo come sia possibile creare, resettare o cancellare le nuove interfacce (l'area di lavoro attiva non può essere cancellata se prima non viene attivata una diversa area di lavoro). Infine, l'ultima voce del sottomenù richiama la finestra " Keyboard shortcuts and menus" che ci permette di scegliere quali voci di menù visualizzare o nascondere e impostare un colore personalizzato per voci di più frequente richiamo.

Toolbar – Funzionalità degli strumenti: Move Tools

Il primo strumento posto in cima alla toolbar è denominato "Move Tool" proprio perché ci permette di svolgere azioni generali di trascinamento di qualunque oggetto posto nell'area centrale oltre che di puntamento. Il Move Tool può subire delle trasformazioni, se utilizzato in combinazione con altri tasti (come la duplicazione di uno o più livelli) ma approfondiremo questo argomento all'occorrenza. Per ora cerchiamo di comprenderne il significato. Proviamo ad aprire un file d'immagine (>File >Open). Ora nella finestra livelli che trovate sulla destra (se non l'avete andate nel menù "window" e attivatela), controllate che sul livello che raffigura la vostra immagine non vi sia un piccolo lucchetto utile a bloccare il livello onde evitare errori o manovre che metterebbero a rischio l'immagine. Se presente, sblocchiamo il livello facendo un veloce doppio click sul nome del livello (nel mio caso Background). Assegnate un nome digitandolo nel campo denominato "Layer 0" e date OK. Ora che abbiamo sbloccato il livello, trasciniamo l'immagine mediante lo strumento "Move Tool" . Come potete notare l'immagine può ora essere posizionata in qualunque posto della finestra di lavoro.

CTRL+Z per annullare un'operazione  - CTRL+ALT+Z per annullare più di un'operazione

 

ARVE Error: no video ID set

Lascia un Commento